Amori strani, amori stranieri

Le accarezzò la testa. Toccare quei capelli ramati lo tranquillizzava, nel buio della sera. Si erano conosciuti da poco, per caso. Due chiacchiere sull’autobus, quel tratto di strada in comune, delle battute sparate un poco a caso.  E di colpo si ritrovò a pensarla, senza accorgersene. Al suo buffo modo di dondolare la testa mente parlava, a quei capelli rossi, … Continua a leggere