Perle nell’oceano – la storia di Casa Azul

A volte, durante un viaggio, si è fortunati. Senza che siano segnati su guide o mappe, ci si ritrova in mezo alla bellezza, alla profondità, alla speranza. E’ quello che mi è successo nell’ultimo viaggio, in Mozambico.   Eravamo a Tofo, una magnifica spiaggia fatta di palme e filao, bagnata da un oceano possente, frequentata da megattere e squali balena, … Continua a leggere

Ha Toccato!! Ha TOCCATO!!! (no, non è un post su Berlusconi a Villa Certosa)

“Ha toccato!!” così un emozionato Tito Stagno ha dato l’annuncio di quello che per millenni  era stata una storia impossibile, con illustri fantastico pedecessori, chi con ali proprie, chi con bestie di sogno, chi sparato da improbabili cannoni. Io me la ricordo, quella sera, con mio padre che ogni tanto usciva a guardare la luna nel cielo, e mia madre … Continua a leggere

Il ritorno (grazie Mr. Obama)

E d’improvviso apparve la costa. Lontana, un filo sull’orizzonte, niente di più che un’ombra lontana. Ma quanto tempo perchè questo accadesse. Generazioni su generazioni, sangue, lacrime, sofferenze. Figli comperati, frustati, ammazzati. Piantagioni e zucchero, cotone, catene e impiccati. Rivolte, fuggiaschi, bastoni. Ventri usati, donne abusate, figli strappati. E lotte, lotte, lotte. Ma ora è lì, il figlio che torna. E … Continua a leggere

Un paese dietro l’angolo

  Un paese dietro l’angolo. Un paese che si vergogna, Un paese che si sente in un incubo tratto da un libro di Levi, pieno di rugginose bave razziste, invidia, soprusi. Un paese che si ritova amico di dittatori (Gheddafi, Putin, Lukaschenko) e nemico delle loro vittime. Un paese in picchiata e disperato. Un paese che non riesce a trovare … Continua a leggere

ho perso

    Le cose successe in questi giorni mi hanno fatto riflettere su quanto ho perso nella mia vita. Certo, la mia situazione è incomparabile con chi, in questi momenti ha perso tutto o quasi, ma nel mio piccolo ho perso anch’io molte cose. Alcune banali, alcune con piacere, altre importanti, davvero pesanti. Ho perso mia madre, qualche anno fa, … Continua a leggere

Guerrilla, grazie!

Caro Guerrilla, anzi caro Davide, GRAZIE. ti ringrazio per quello che hai fatto, per aver forzato, assieme ai tuoi compagni, il blocco navale degli Israeliani a Gaza. Per aver portato un pò di speranza (oltre che medicine, palloni e quant’altro) ad una popolazione dimenticata (questa si, vero Alemanno..) da dio e dagli uomini. Per aver fatto pescare i pescatori e … Continua a leggere