Marchionne match frei

    Lo avrai, padroncino Marchionne, il contratto che pretendi da noi italiani. Lo avrai nei cessi della fabbrica, dove il tuo nome e quello dei tuoi sodali sarà scolpito sui muri. Lo avrei nei reparti d’ospedale, dove i corpi rottamati dai tuoi ritmi finirannio a soffrire. Lo avrai nei pianti dei figli, privati dei padri, privati delle madri, dai … Continua a leggere

Una società senza resistenza? (e mica si deve fare solo festa il 25 aprile)

In una democrazia la resistenza si traduce in cortei, manifestazioni di contestazione o di collera delle diverse categorie sociali (con occupazione di fabbriche, blocchi stradali, assalti alle prefetture, sit-in…), scioperi che finiscono nella vittoria di una delle parti o nella negoziazione. Talvolta la resistenza può sfociare in azioni vicine al terrorismo, generalmente tuttavia si esprime nel «dibattito-scontro» parlamentare. Se in … Continua a leggere

La lapide più bella

Tra pochi giorni è il 25 aprile, e come tutti gli anni mi appresto a celebrarlo. Sarà una festa, una festa laica e civile, per ricordare chi ha dato la vita per permettere a tutti di vivere in un paese libero e democratico. Come tutti gli anni sono cominciate le polemiche ed i distinguo, su cosa si debba celebrare in … Continua a leggere

Una società senza resistenza?

      I fatti di questi giorni non fanno altro che confermare l’omologazione culturale che stà attraversando la nostra società. Oramai non ci sono più prospettive diverse, ma tutto è omogeneizzato in una melassa sempre più uguale. ” La nostra epoca è forse la prima a chiedere l’omologazione di tutti gli uomini come condizione della loro esistenza. Le ragioni … Continua a leggere

Ma a me, del tricolore non me ne frega un cazzo..

  L’ha rifatto. Con calma, senza emozione. L’ha definito “un gesto incontrollato che gli scatta quando sente l’inno di Mameli”. e così ci ritoviamo con un ministro del governo che insulta l’inno nazionale. Alla faccia di Fini, La Russa e Alemanno. Io però non riesco ad incazzarmi per il gesto. A me dell’Inno di Mameli, della patria, della retorica nazionalista … Continua a leggere

fischia il vento…

  Mi sono accorto di una dimenticanza in questo blog. i fatti di questi giorni, da Roma a Verona me l’hanno ricordato. Qualcuno mi dirà che esagero, che non siamo messi cos’ male, che in fondo questa destra ha modificato i comportamenti. Sarà, ma dopo la lapide di Ostia frantumata, le dichiarazione che i ggiovani del fronte della gioventù sono … Continua a leggere