Fuoco Greco

     Verso il 300 si ha una formula per un «fuoco automatico» in Giulio Africano. Il testo ci dice che lo si prepara prendendo zolfo non bruciato, sale estratto dalla pietra, pietra di fulmine, pirite per parti uguali. Il tutto viene pestato in un mortaio nero a mezzogiorno; alle sostanze si aggiungono succo latteo di sicomoro nero e bitume … Continua a leggere