I diritti per Marchionne valgono 800 euro al mese

400 euro al mese è quanto guadagna un operaio serbo. Un metalmeccanico in italia 1.200. E’ su questa differenza che Marchionne ha deciso lo spostamento della produzione nel paese balcanico, dagli stabilimenti di Torino. La differenza è quanto pagherebbe Marchionne per comperarsi i diritti dei lavoratori italiani. La differenza è quanto Cisl e Uil stanno svendendo a nome di tutti, … Continua a leggere

Diritto all’informazione

  Oggi scrivo all’AG COM. Sono un cittadino e quindi il mio diritto ad un’informazione libera deve essere tutelato. Il problema è che con il mio stipendio non riesco a comperate i quotidiani, pagare il canone tv e l’abbonamento a Scay. Con i mille euri che prendo a malapena pago affitto e bollette, figuriamoci l’informazione. Mi piacerebbe votare da informato, … Continua a leggere

Tre anni fa moriva Piergiorgio Welby. La sua lettera non ha ancora una risposta. Vergogna!!!

Sono passati tre anni da quando Piergiorgio moriva, ponendo fie ad una vita intensa, vissuta e pagata in prima persona da un uomo fiero, intelligente, coraggioso. 88 giorni prima di morire aveva scritto al Presidente Napolitano per denunciare la propria (ma non solo) situazione e per vedere riconosciuto il suo diritto costituzionalemnte riconoisciuto di decidere della propria vita. A tutt’oggi … Continua a leggere

Una società senza resistenza? (e mica si deve fare solo festa il 25 aprile)

In una democrazia la resistenza si traduce in cortei, manifestazioni di contestazione o di collera delle diverse categorie sociali (con occupazione di fabbriche, blocchi stradali, assalti alle prefetture, sit-in…), scioperi che finiscono nella vittoria di una delle parti o nella negoziazione. Talvolta la resistenza può sfociare in azioni vicine al terrorismo, generalmente tuttavia si esprime nel «dibattito-scontro» parlamentare. Se in … Continua a leggere

Per i Diritti, Per il Contratto. Tutti a Roma il 4 APRILE!!!!

Tutti a Roma Il 4 Aprile con la CGIL !!!       L’appello del mondo della politica a sostegno della grande manifestazione del 4 Aprile L’aggravarsi della situazione economica spinge il nostro paese verso una fase direcessione che non sarà di breve durata. La crisi colpisce tutto il sistema produttivo e dei servizi con effetti drammatici sulla vita quotidiana … Continua a leggere

io non sono mio. Dopo l’obbligo di vivere per legge, a quando l’assalto all’aborto?

  Il dado è tratto, la vita non è di chi ce l’ha, ma della legge dello stato. Con il’approvazione della legge, ipocritamente chiamata “disposizioni anticipate di fine vita” il principio che determina il passaggio della vita dalla responsabilità personale a quella di Stato, con la definizione di indisponibilità della propria vita da parte dell’individuo. Un mostro legislativo che si … Continua a leggere

Vivi per legge. Nuova splendida iniziativa del governo per farci risparmiare. Aboliti i funerali

    Da oggi il mio corpo è meno mio. Con il passaggio al senato della legge, ipocritamente chiamata “dichiarazione anticipata di volontà”, non sono più in grado di decidere della mia vita. Sarò imboccato a forza, checchè abbia scritto su quello che è un inutile pezzo di carta.  Già la farsa inizia col nome. “Dichiarazione Anticipata”, Per forza che … Continua a leggere

Repubblica Vescovile Italiana

  Drrriiinnn  Driiiiinnn  c’è nessuno in casa? Un Momentooo, arrivooo… chi è? Buogiorno signora, siamo quelli del Corps.. può aprire un attimo? Chi? Commando Ricerca Privati del Sondino.. ci manda il vescovo.. Ahhh, arrivo arrivo.. Eccomi.. Buogiorno Signora, ci risulta che qui ci sia un 85enne, maschio.. Si il nonno, entrino, volete un caffè? No, siamo in servizio, ha mica … Continua a leggere

Peppino Englaro, i diritti civili e le merde

  Peppino Englaro ha combattuto una battaglia durata 17 anni. Con una rara caparbia (friulana?) ha portato avanti il desiderio di sua figlia, riuscendo a far valere i suoi diritti (quelli di Eluana, per intenderci). Ha dovuto sconfiggere, perbenisti, ipocriti, neomedioevalisti, vescovi e nazisti. Ora sembra che debba ricominciare a battersi perchè, secondo qualcuno, non avrebbe il diritto di esprimere … Continua a leggere

Berlus Khan IV – lo spettacolo deve proseguire

Silenzio, calino le luci, rullo di tamburiiii Siore e siori ora il magnifico Berlus-Khan, reduce dai successi internazionali di Stati uniti, Brasile e Libia, si esibirà nel salto nel cerchio di fuoco!!!   Un doppio salto mortale di Presidente della repubblica e della costituzione, con atterraggio sul predellino!   Il numero è sconsigliato a donne in età ripoduttiva, bambini e … Continua a leggere