Non è tutto come in TV, Il nano consiglia di non vendere: MIB – 5,85

La nuova trasmissione TV del Premier ha fatto un bel flop. Nonostante l’impegno di tutti gli artisti invitati, l’audience va a picco e lo share sembra quello di un’azienda di surgelati:     non va meglio all’estero, dove il format  subisce tonfi anche maggiori:   Nome Ultimo Valore Var. % Apertura Chiusura Data e Ora ultimo valore Amsterdam – Aex … Continua a leggere

Lasciate fare al mercato…

  In questi giorni di crisi, dove un branco di bugiardi cerca di convincerci che la crisi della finanza non ci darà problemi, Pare che la cosa più importante sia quella di non farsi frendere dal panico e di avere fiducia. Tutti (ma proprio tutti!!) si stanno sgolando nel tentativo di spiegarci che l’economia americana, fino allo scorso anno osannata … Continua a leggere

Ma perchè dobbiamo salvare le banche?

      “Abbiamo preso l’impegno solenne di sostenere le banche europee in difficoltà. Ogni governo, secondo i metodi propri, ma in modo coordinato con gli altri stati europei”. È questa l’assicurazione di Nicolas Sarkozy al termine della riunione del G4, presenti i governi di  Francia, Inghilterra, Germania ed Italia. Ma perchè si debbono sostenere le banche? In Italia gli … Continua a leggere

Gli economisti sono delle merde

    Scusate ma non capisco. 1° antefatto – Fino allo scorso anno, per giustificare le leggi sulla flessibilità (la famigerata legge Biagi o 30 qualdirsivoglia) tutti gli economisti portavano ad esempio il mercato americano, che continuava a crescere, a differenza del nostro che era imballato. La giustificazione era che la flessibilità permetteva una maggiore crescita, non inchiodando le aziende … Continua a leggere

Crisi di borsa, ce n’est qu’un début

    Le borse fanno crak. Nonostante l’impegno delle banche centrali la crisi continua a montare in tutto il mondo. Sembra proprio che il peggior nemico del capitalismo sia il capitalismo stesso. Non si spiega altrimenti l’utilizzo di politiche dirigiste e stataliste per ovviare ai danni di un capitalismo finanziario. Negli anni scorsi si è creato uno sviluppo sul debito, … Continua a leggere