Banche Italiane: excusatio non petita, accusatio manifesta

  Sono giorni che tutti ci dicono che le banche italiane sono le meno esposte dalla crisi che stà attraversando la finanza internazionale. Il governo, l’opposizione, gli industriali, insomma proprio tutti nel magnificare il sistema bancario italiano sono affannati nel dare rassicurazioni, spiegazioni, imbonimenti. Siamo nel migliore dei sistemi bancari possibili, e gli italiani, popolo di formiche risparmiatrici, non devono … Continua a leggere

Gli economisti sono delle merde

    Scusate ma non capisco. 1° antefatto – Fino allo scorso anno, per giustificare le leggi sulla flessibilità (la famigerata legge Biagi o 30 qualdirsivoglia) tutti gli economisti portavano ad esempio il mercato americano, che continuava a crescere, a differenza del nostro che era imballato. La giustificazione era che la flessibilità permetteva una maggiore crescita, non inchiodando le aziende … Continua a leggere

Crisi di borsa, ce n’est qu’un début

    Le borse fanno crak. Nonostante l’impegno delle banche centrali la crisi continua a montare in tutto il mondo. Sembra proprio che il peggior nemico del capitalismo sia il capitalismo stesso. Non si spiega altrimenti l’utilizzo di politiche dirigiste e stataliste per ovviare ai danni di un capitalismo finanziario. Negli anni scorsi si è creato uno sviluppo sul debito, … Continua a leggere

Alitalia, macchè cordata, è uno spezzatino!

  E’ giunta ieri la notizia che la famosa cordata italiana si stà concretizzando. Fabio Verna e Bruno Ermolli ci stanno lavorando, su incarico del premier Berlusconi.   Come riportato in una nota apparsa sul Corriere si stà però ragionando sul settore cargo, mentre per il resto non si esclude che resti in corsa AirFrance, essendo l’unica ad avere i capitali … Continua a leggere

Birmania, ecco l’elenco delle aziende italiane che fanno affari con gli assassini di Rangoon. Soldi sporchi di sangue

  La Cisl ha pubblicato nel settembre del 2007 l’elenco delle aziende italiane che continuano ad avere contatti d’affari con i miltari della giunta Birmana. Il totale degli affari raggionge la cifra di  59.592.916 euro Eccovi alcuni nomi: Iniziamo con Bulgari,  386mila euro. VanCleef&Arpels, azienda che ha un  un codice etico in cui dichiara che “l’azienda crede nei diritti umani … Continua a leggere

la Colpa dell’aumento del Petrolio? Soros Dice che…

George Soros, noto finanziere internazionale ha dichiarato al Senato Americano che la colpa della crescita del prezzo del barile è legata ad una speculazione che stà creando una bolla speculativa simile a quella del mercato immobiliare. Il problema è che su questa situazione stanno entrando anche investitori istituzionali, che hanno innescato una spirale di aumento dei rialzi. Non è prevedibile … Continua a leggere

Caro affitti: dalla legge sulla prostituzione un grave colpo

  Tempi duri per chi vive in affitto. La nuova legge che vieta la prostituzione per strada preoccupa le associazioni degli inquilini. Si teme che, con l’istituzione del reato per chi esercita per strada, si registri una forte domanda di appartamenti, con l’inevitabile aumento degli affitti. Il fenomeno, già verificatosi nei paesi che hanno “internalizzato” la prostituzione, solletica gli appetiti … Continua a leggere

analisi di un appalto: come si crea lo sfruttamento

  In queste righe vorrei spiegare come sia possibile, attraverso un appalto, creare sfruttamento e arrivare a sottopagare gli operai. La cosa grave è che il responsabile è un servizio pubblico, svolto da un azienda a capitale pubblico, gestita da dirigenti espressione della sinistra. Io lavoro in una cooperativa che si occupa di raccolte differenziate. Oggi ci è arrivato il … Continua a leggere

grandi opere; una riflessione prima che torni Lunardi

  Prima che il nuovo governo dispieghi tutta la sua capacità cementificatoria, pubblico questo interessante intervista apparsa sul Sole 24ore a Roberto Perotti. Ordinario alla Bocconi   alcune domande sulle nuove infrastrutture pubbliche:     Nessun imprenditore decide un investimento senza averne prima studiato con cura i costi e i benefici sotto diversi scenari possibili.     Ma a questa procedura non … Continua a leggere