Sbirro buono, Sbirro cattivo

http://spuntidisvista.blog.kataweb.it/files/2008/04/peter_brookes_berlusconi.jpg

E’ un classico dei polizieschi. Uno sbirro entra e spacca tutto, tira ceffoni, insulta a casaccio. Poi arriva l’altro, compassato, e spiega che si, il collega è un po’ nervoso, a volte esagera, ma insomma bisogna capirlo. La situazione è grave e qualche esagerazione è necessaria, ma tranquilli, c’è lui che è posato e serio. Quindi non vi preoccupate, alla fine la legge trionfa e tutti vivranno felici e contenti. Nei telefilm.

Da noi invece lo sbirro buono non vale un cazzo, e l’unico che conta è mister “eletto per acclamazione”. Quello che se la prende con la sinistra che gli boicotta le riforme, dimenticandosi che è stato un referendum ad abolire la sua riforma costituzionale. Ma, si sa, il popolo è buono sono quando fa quello che gli si chiede, diversamente deve essere guidato, corretto, contenuto. L’80% degli italiani vuole il testamento biologico? e chi se ne fraga, conto solo io e quello che penso io. D’altronde la differenza tra Berlusconi e un cristiano è che se vanno in chiesa, il cristiano parla con dio. Berlusconi con il prete, che conta di più.
Molti commentatori oggi sottolineano come il dualismo tra il Tappone e Fini sia funzionale ad una discussione democratica, e come questo sia garanzia per gli italiani tutti. Balle, un Fini che non ha più un partito alle spalle conta come il due di picche, ed è buono solo per coprire il culo al capo, vista la velocità con cui i suoi colonnelli si sono berlusconizzati, mettendo in difficoltà gli Azzurri d’antan.
Resta poi l’incognita Leghista, o, per restare nel campo della cinematografia, il problema di Trinità. Si lui il protagonista del sequel spaghetti-western, con rutti, fagioli con le cotiche schiaffoni e pidocchi. In questa apoteosi berlusconiana, come si posizionerà la banda del “fedele alleato” Bossi?
Ma la cosa importante era consegnare alle TV un messaggio tranquillizzante e pacificatore, senza far vedere la vera natura dell’operazione in corso. Ovvero quella di soffocare qualsiasi differenza nel centrodestra, sotto il peso di un lider talmete potente da non poter essere mai messo in discussione. L’avvertimento è stato preciso”dobbiamo riformare le poltrone, okkio che chi si mette di traverso, poi la pagherà, e cara”

Insomma qualche tassello deve ancora andare a posto, ma a differenza dei film holliwodiani, in cui alla fine il bene trionfa sempre, qui chi trionfa sarà uno solo. E non sarà il popolo Italiano

Sbirro buono, Sbirro cattivoultima modifica: 2009-03-29T16:11:00+02:00da saturninoz
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento