Una società senza resistenza?

 

http://vocesottiledisilenzio.files.wordpress.com/2008/10/il-rovescio-del-mondo.jpeg

 

 

I fatti di questi giorni non fanno altro che confermare l’omologazione culturale che stà attraversando la nostra società. Oramai non ci sono più prospettive diverse, ma tutto è omogeneizzato in una melassa sempre più uguale.

” La nostra epoca è forse la prima a chiedere l’omologazione di tutti gli uomini come condizione della loro esistenza. Le ragioni vanno ricercate nel fatto che il mondo in cui viviamo, che è poi il mondo globalizzato della tecnica e dell’economia, non è più avvertito come uno dei mondi “possibili”, ma come “l’unico mondo al di fuori del quale non sembrano darsi altre possibilità di esistenza. Agli individui si chiede di adattarsi, di diventare flessibli, congruenti al modo conforme di vivere. Ma stiamo davvero andando verso una socuietà senza resistenza?”

Questa è una citazione di Eugène Enriquez, sociologo.

In quest’ottica la resistenza, intesa come possibilità di un paradigma diverso, è l’unica possibilità per l’uomo di avere un futuro. E mi sembra di poter dire che è l’unica possibilità che abbiamo di fronte ad un panorama sempre più avvolto in una nebbia di nonfuturo.

Una società senza resistenza?ultima modifica: 2009-02-04T20:40:35+01:00da saturninoz
Reposta per primo quest’articolo

6 pensieri su “Una società senza resistenza?

  1. ciao Sat scusa se ti disturbo qui ma non ho come farlo … sapresti per caso dirmi perché né Ghearts né El Giramundo non possono più commentare nel mo blog se non sono loggati? prima lo potevano fare ora no … che devono fare? da te commentano tutti anche se non sono iscritti ad Alice? ho toccato qualcosa secondo te? io posso commentare da te perché ho il blog alice come il tuo … ma perché prima potevano lasciare commenti e ora no? Se non mi puoi aiutare 1 bacio se mi aiuti 4 …..Smack comunue ciaooooooo

Lascia un commento