Berlusconi: se escono le mie telefonate me ne vado. A pensar male si fa peccato, ma di cosa ha paura?

 
 
Il nostro poliedrico Premier ci informa che ” Se escono le mie telefonate lascio l’Italia”.
A parte la solita promessa che mai attuerà, di cosa staà parlando? delle telefonate di auguri ai nipotini? di qualche hot line con una velina o una tronista? delle avances al primo ministro Finlandese o a quello del Burundi (notoriamente più abbronzato e maschio)?
O magari qualche telefonata dalle parti di Arezzo, con voce incappucciata.
Come il Divo Giulio ci insegna a pensar male si fa peccato…  ma la domanda che mi viene non è tanto cosa potrebbe essere pubblicato, ma a chi stà dicendo queste cose.
Questo si, sarebbe interessante sapere.
Berlusconi: se escono le mie telefonate me ne vado. A pensar male si fa peccato, ma di cosa ha paura?ultima modifica: 2008-12-28T10:37:38+01:00da saturninoz
Reposta per primo quest’articolo

5 pensieri su “Berlusconi: se escono le mie telefonate me ne vado. A pensar male si fa peccato, ma di cosa ha paura?

Lascia un commento