Da che pulpito…

diffusione nel mondo del virus Hiv 

 
Ieri la Chiesa ha ribadito che non alimentare forzatamente Eluana è mostruoso, ed equivale ad un omicidio. In America sempre la Chiesa ha dichiarato che le intenzioni di Barak Obama relative alla riaperura dei finanziamenti per gli studi sulle cellule staminali sono sbagliate e che non bisogna proseguire in questo campo.
Come sempre il Vaticano entra pesantemente sui temi che riguardano la vita e la morte, arrogandosi un primato etico, che francamente è tutto da dimostrare.
La stessa Chiesa che è responsabile  di 25 milioni di morti, con 13 milioni di orfani sieropositivi per il contagio da HIV. Secondo le stime nel 2025 in Cina, India e Russia si conteranno rispettivamente 70, 110 e 13 milioni di casi di Hiv/Aids: quasi 200 milioni di infettati solo in questi tre Paesi, con una riduzione della speranza di vita pari a 8 anni per la Cina, 13 per l’India e 16 per la Russia.
Su questo tema la Chiesa insiste nel vietare l’utilizzo dei preservativi, facilitando così la diffusione del virus. Insomma la vita è roba mia e dovete vivere o morire secondo le decisioni di chi, negli anni ha poi dovuto chiedere scusa a neri, ebrei, donne, studiosi e a quelli che hanno osato pensare diversamente da lei.
Come al solito questi moralisti del proprio interesse si dimenticano le loro stesse parole: “Chi è senza peccato scagli il primo giudizio morale”
Da che pulpito…ultima modifica: 2008-11-12T11:14:10+01:00da saturninoz
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Da che pulpito…

  1. Effettivamente… non c’avevo pensato, di solito reagisco male alle intrusioni della Chiesa nel sociale a prescindere, perchè sono convinto che si stia mischiando un pò troppo il potere temporale a quello spirituale, che gli stati devono essere laici e non possono subire le pressioni del Vaticano.
    ciao

Lascia un commento