Alitalia, la mia proposta. (mi sono rotto il…)

 

Basta, non ne posso più. Dopo l’ennesimo ultimatum, l’ultima proposta, l’ennesima death line, mi sono rotto le palle. Anche perchè la trama di questa infima commedia è fin troppo chiara, e anche il suo finale.

Come sempre andrà a finire che i disgraziati (leggasi i 3.000 precari) saranno massacrati, mentre i soliti noti, ovvero coloro che hanno fatto fallire la “Compagnia di bandiera”  si salveranno il culo, assieme ai loro padrini politici. Ma che interesse nazionale, stanno tutti cercando di salvaguardare il proprio di interesse, che sia economico, politico, sindacale.

Francamente  mi piacerebbe che qualcuno mi spiegasse che differenza farà lavorare per 1.000 euro al mese per una compagnia Italica invece che per una straniera

Francamente mi piacerebbe sapere che differenza ci sarà ad essere precari per dei “capitani coraggiosi” invece che per dei pescecani vigliacchi

Francamente vorrei capire cosa cambierà per me nel pagare i debiti Alitalia, se si andrà avanti con una compagnia o con uno spezzatino.

Incapaci e ladri.

Io una proposta ce l’avrei. Assumiamo i precari e fondiamo una compagnia di impianti di contraerea, con il compito di abbattere qualsiasi cosa voli nel cielo. Tanto di avvoltoi ce ne saranno sempre…

Alitalia, la mia proposta. (mi sono rotto il…)ultima modifica: 2008-09-24T14:35:00+02:00da saturninoz
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Alitalia, la mia proposta. (mi sono rotto il…)

  1. Siamo in tanti che ci siamo rotti le palle, ma la proposta e’ caduta nel vuoto, la fondiamo questa controaerea?
    Il mio ultimo peccato e’ caduto in prescrizione nel 1996, sono intonsa e le buone intenzioni mi attraggono sempre……Saturninoz? diciamolo tra noi…. la prima trattativa con i francesi l’ha mandata a scatafascio la triplice.
    Tina

Lascia un commento