Alitalia e Il Partito della LIbertà, si, di dire quel c***o che ci pare..

 

 

Ali-taglia 1. E’ scoppiata la bagarre sulle dichiarazioni del ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli sul problema degli esuberi della compagnia aerea (lievitati a 6mila-7mila)

“Il governo da’ molta attenzione al problema dell’occupazione, faremo attenzione al fatto che nessuno resti a piedi, o attraverso una ricollocazione o attraverso un ammortizzatore sociale molto forte. Salvare Alitalia a scapito dei posti di lavoro non sarebbe un successo”

Ali-taglia 2. ROMA – A poche ore dall’incontro tra il presidente della Compagnia Aerea Italiana Roberto Colaninno e i tecnici della Commissione Europea, per una nuova valutazione del dossier Alitalia, alla luce dei recenti sviluppi, il ministro del Lavoro Maurizio Sacconi chiarisce in una trasmissione televisiva che non ci saranno aggravi per la Pubblica Amministrazione. “Non abbiamo mai pensato che i lavoratori in esubero di Alitalia potessero essere ricollocati nella Pubblica amministrazione, dove si entra solo per concorso pubblico. Fin dal primo giorno abbiamo indicato il settore privato.

Ali-taglia 3. Nell’operazione Alitalia si deve andare avanti “anche senza l’accordo dei sindacati”. L’opinione è del ministro della Pubblica amministrazione, Renato Brunetta, intervenuto alla trasmissione Omnibus su La7. Parlando della lotta ai fannulloni, Brunetta ha annunciato che seguirà “l’approccio Thatcher”, per cui “anche se non c’è l’accordo dei sindacati si va avanti”, aggiungendo che stesso criterio andrebbe seguito anche nel caso Alitalia.

Ali-taglia 4.  A chi gli chiedeva se considerasse giusta la posizione di Corrado Passera, l’amministratore delegato di Intesa San Paolo, sull’indispensabilità del via libera dei sindacati, il premier ha risposto: “Penso che l’avallo dei sindacati sia fondamentale, perché ci deve essere ed io sono assolutamente convinto che ci sarà perché non credo che i sindacati possano accettare che vadano a casa in 20.000: mi sembra una cosa talmente fuori dalla realtà che non ho dubbi che questo accada e dunque sono convinto che ci sarà un accordo”.

Ali-taglia 5.

3 contribuenti su 4 contrari al ”Piano Fenice”

“I contribuenti italiani per il 72% sono contrari al piano Fenice”: lo fa notare Contribuenti.it – Associazione Contribuenti Italiani – che con l’omonimo Sportello monitora costantemente la fiducia dei contribuenti nei confronti del Governo.

Il nuovo sondaggio effettuato dallo Sportello, rileva che tre italiani su quattro non approvano il “Piano di salvataggio” Alitalia. Su 3461 voti, solo 941 (pari al 27,18%) sono a favore dell’operazione, mentre 2520 (pari a 72,82%) si sono espressi contro.

Ali-taglia 6.  Il governo, invece, racconta un’altra storia.Se Berlusconi parla di «un grande successo» e ai sindacati spiega che non potranno dire di no perchè è l’unica proposta giusta, oltre le Alpi l’operazione è giudicata per quello che è. Il Financial Times parla apertamente di «un ritorno ai vecchi tempi dell’intervento statale. Il governo ha bloccato l’ingresso di un socio estero, ha adattato a misura la legge sulla bancarotta, ha sospeso le norme antitrust ed è stato decisivo nel mettere insieme la cordata»; mentre per la Suddeutsche Zeitung il piano è «un obolo per la campagna di immagine di Berlusconi, che l’Ue non deve accettare».
Il Wall Street Journal considera Alitalia ormai una compagnia di seconda fila al centro dell’interesse di British Airways che starebbe considerando una partnership, proprio per non rimanere indietro rispetto alle concorrenti Air France-Klm e Lufthansa da tempo interessate alla compagnia di bandiera italiana.

Ali-taglia 7. Per il commissario della bad company si fa per orai l nome d l’ex ministro delle Finanze di Dini, Augusto Fantozzi. A lui il compito di definire un numero determinato di esuberi. Per costoro si parla di ricollocazione: Matteoli a Rimini ha offerto le tre possibilità che saranno vagliate: le Poste, l’Agenzia delle Entrate e il Catasto.

Che ci volete fare, siamo il Partito delle Libertà.. diciamo quel cazzo che ci pare!!  Tanto gli Italiani si bevono tutto, noprobblemmmm!!

Alitalia e Il Partito della LIbertà, si, di dire quel c***o che ci pare..ultima modifica: 2008-09-03T20:41:00+02:00da saturninoz
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Alitalia e Il Partito della LIbertà, si, di dire quel c***o che ci pare..

Lascia un commento