qualche consiglio al ministro La Russa

 

Non passa giorno che il nostro ministro della difesa non trovi il modo di impiegare i suoi soldati in nuove e stupefacenti iniziative. Stanco delle solite missioni internazionali (che poi obbligano a massacranti visite in paesi igienicamente pericolosi) l’Ignazio si inventa di tutto: dalle pattuglie in strada, alle ispezioni nei cantieri. 

Il pizzuto ministro ormai ha superato l’imbarazzo dei primi giorni e stà dando fondo all’immaginazione.
Aspettando nuovi e pirotecnici utilizzi, ci permettiamo di consigliarne qualcuno:
Perchè non procedere con l’assunzione dei militari come baristi, al fine di scoraggiare l’abuso di sostanze alcoliche, o almeno di invogliare l’utilizzo di bevande nazionali come il Grigioverde o il fernet, al posto degli intrugli esterofili come la cajpirigna o la cajpiroska?
Si potrebbe anche provvedere all’utilizzo dei militi negli asili, per abituare i pupi al rispetto delle divise fin da piccoli.
Allego anche un video che presenta alcuni interessanti spunti, certo che il novello conducator saprà trarne spunti per la sua indefessa azione di governo.

qualche consiglio al ministro La Russaultima modifica: 2008-08-11T21:56:38+02:00da saturninoz
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento