risultati elettorali: come si fa a prendere il 70% di voti in sicilia?

 

Capisco che il tema di questi giorni sia la vittoria del cavaliere..

Capisco che la notizia di questi giorni sia l’uscita della sinistra dal parlamento…

Ma nessuno è curioso di sapere come sia possibile prendere il 70 % di voti in una zona del paese ad alta presenza mafiosa?

E’ davvero così scontato e normale quello che è successo?

E’ solo il frutto di scelte democratiche risolte nella solitudine dell’urna? 

O è la comferma che in queste elezioni si sono saldati interessi tra “diversi” i potere?

Le esternazioni di Dell’utri e del suo capo a pochi giorni dal voto hanno fatto effetto.

LA colla democristiana di Lombardo ha pensato al resto.

Ora più che il federalismo forse ci può salvare la separazione! 

risultati elettorali: come si fa a prendere il 70% di voti in sicilia?ultima modifica: 2008-04-19T16:50:00+02:00da saturninoz
Reposta per primo quest’articolo

9 pensieri su “risultati elettorali: come si fa a prendere il 70% di voti in sicilia?

  1. Solo un intellettualmente deformato dai falsi miti ideologici della sinistra (quelli che hanno prodotto le più crudeli dittature), può pensare che il 70% dei siciliani sono mafiosi.
    Ebbene caro mio, il 70% dei siciliani non si è lasciato abbindolare da un magistrato prestato alla politica o dalla moglie di una vittima della mafia.
    Il 70% dei siciliani e il 70% degli italiani ha detto basta alle chiacchiere e alle apparenze.
    Questi italiani hanno finalmente preso in mano il destino dell’italia per toglierlo agli strizzacervelli sinistroidi poco concreti e disfattisti (basta guardare la mancanza di vera autocritica che vi contraddistingue tutti il giorno dopo le elezioni).

  2. Il voto in sicilia è totalmente clientelare, la differenza la fanno i soggetti ke c sono all’interno delle liste, della loro presenza di interessi sul territorio, pultroppo la destra in sicilia e difficilmente battibile e lo sarà ancora x molti anni….. poi diciamo che quest’anno cià messo molto del suo la sinistra, imponendo da roma la finocchiaro ke è si siciliana ma nn la conosceva praticamente nessuno, a differenza della Borsellino ke nn a caso aveva ottenuto il miglior risultato d sempre in sicilia.
    Infine t dico io ke sn siciliano e la vivo tt i giorni la sicilia la mafia “tifa” destra, credo ke hai ke capito ke intendo con “tifa”.
    P.S. voglio sottolineare l’ottimo risultato di SONIA ALFANO quasi 70.000 voti in nanche un mese di campagna elettorale e totale oscurismo da parte delle tv. E’ stata l’unica cosa ke m fa ancora pensare ke c’è dietro una sicilia ke vuole cambiare.
    Ciao (mixzone.myblog.it)

  3. @ dalai

    Grazie per il commento, sul quale concordo completamente. Sono anche contento che l’Alfano sia riuscita ad avere un buon risultato, sperando che possa portare un pò d’aria nuova (e di legalità) nella tua martoriata terra.

    un saluto

    @ Giusy

    Mi fa piacere poter rispondere alla tua osservazione, che francamente mi aspettavo. Per chiarezza io non sostengo che TUTTI i sicilianio siano mafiosi, ma che mi sembra difficile pensare che in questo risultato elettorale non ci sia ANCHE il voto delle cosche. E lo dico proprio a quei siciliani onesti che hanno votato a DX. State attenti a quello che succede nel vostro schieramento, perchè mi pare probabile che i criminali chiedano il conto del risultato elettorale. Come avrai notato dal mio secondo
    commento su OKNO, hoprovato adargomentare senza usare l’argomento mafia su cosa può succedere in sicilia neiprossimi anni. A voi il problema, sperando che non ci sia una soluzione sanguinosa..

  4. Vero è, il voto ce lo hanno estorto con la violenza, sono passati casa per casa con i fac-simili elettorali, con i mitra in mano e con le coppole di traverso, minacciando gravi ritorsioni (laddove vantavano crediti avrebbero fatto l’atto e sucativo) se non avessimo dato il voto al PDL. Ma dove vivete, cosa volete far credere agli italiani d’oltrestretto, siete solo dei ciarlatani da piazza e degli spudorati mistificatori frustrati e senza cervello.
    La stragrande maggioranza del popolo SICILIANO, superdotato di intelligenza sopraffina, ha espresso liberamente il proprio consenso al PDL perchè dei sinistroidi, e dei comunisti in particolare, non può sentire nemmeno il puzzo maleodorante che costoro emanano. Quindi le vostre dissertazioni astruse e prive del benchè minimo fondamento produrranno sempre più effetti devastanti nei vostri confronti perchè, e non è poca cosa, offendono l’intelligenza di tutti coloro che non vi hanno votato solo ed esclusivamente per libera scelta. Smettetela con i soliti piagnistei e con le solite basse insinuazioni. Da qui si vede quanto siete ridicoli, al punto da fare pure pena.

  5. @ squalobianco:
    grazie per i complimenti e per gli insulti. Mi aspettavo di peggio. Ho solo una domanda: da quanto il Centrodestra governa in sicilia? e le cose vanno bene? una risposta grazie!

  6. Che le cose in Sicilia vadano più che bene è dimostrato dal fatto che, quasi tutti i giorni e comunque sabato, domenica e nei giorni festivi sicuramente, per le strade di qualsiasi centro urbano (piccolo o grande che sia) non si può più circolare. A parte ciò, i ristoranti, le pizzerie, i pub, le taverne e tutti gli esercizi pubblici in genere, sono sempre stracolmi di avventori. Personalmente, ancorchè mi ritenga fortunato rispetto a tanti altri (ho sempre lavorato in Sicilia e sono stato sempre un uomo libero) e pur potendolo fare, non frequento questi locali per stile di vita e per gustare ciò che mia moglie cucina con la giusta passione, al massimo una gita fuori porta. E’ certa una sola cosa e cioè che i sinistri non sono in grado di amministrare nemmeno un gallinaio. Adesso voi aumenterete la conflittualità sui luoghi di lavoro, la renderete permanente, organizzerete vertenze di lavoro contro tutte le imprese (grandi e piccole) per portare avanti i vostri ideali basati sulla lotta di classe, seminando odio irrefrenabile contro tutti i potenziali nemici che liberamente e democraticamente hanno scelto la via meno peggiore. In conclusione desidererei rivolgere un invito a tutti i comunisti:
    fate per sei mesi gli imprenditori (così provate cosa significhi rischiare in proprio e, quindi, rischiare di perdere tutto ciò che si è costruito fino a quel momento e, se non bastasse, anche i diritti civili per cinque anni), dopodichè fate pure i comunisti. Ma prima provate ad avere a che fare con operai assistiti da sindacati rozzi che, per giustificare la loro presenza, non esitano a mettere in croce quel mascalzone, farabutto, sfruttatore, cinico e criminale di Imprenditore. Mi fermo per non appesantire la lettura ma potrei continuare per mesi. Finitela con le sceneggiate (i napoletani avrebbero solo da imparare da gente come voi) e datevi da fare a costruirvi il futuro imparando un mestiere (uno qualsiasi), una professione, un’arte o altro e così, statene certi, il lavoro non vi mancherà mai senza aspettare la manna dal cielo.

  7. @ squalobianco:

    Personalmente sono il responsabile del personale in un azienda di 70 dipendenti, penso di sapere cosa significhi gestire un’azienda.
    Sono contento che in sicilia ci sia questa frizzante vita seral-notturna, segno che siete un popolo giocoso e festaiolo.
    Non capisco però come mai sul sito Siciliano.it si diano queste (evidentemente errate notizie:

    La Sicilia con il 42,9% è tra le dieci regioni europee con il più alto tasso di disoccupazione giovanile. Lo dice Eurostat, l’ufficio europeo di statistica, in un rapporto sulla situazione occupazionale nelle regioni dell’Ue-25.

    Anche se a livello nazionale è di nuovo la Sicilia ad avere il maggior numero di disoccupati (17,2%), mentre spetta alla provincia autonoma di Bolzano il primo posto per la più bassa percentuale di senza lavoro (2,7%).

    Probabilmente sono errate, forse è il caso di segnalarlo al sito e di farle correggere

  8. Carissimo collega (mi permetto chiamarLa così perchè anch’io sono responsabile del personale di un’azienda che, mediamente, occupa 280 dipendenti), questo è l’ultimo intervento che faccio, in contraddittorio a ciò che Lei sostiene, non tanto per snobbare il blog ma perchè mi rendo conto che indipendentemente da ciò che asserisco (vita di tutti i giorni, non numeri o statistiche che lasciano il tempo che trovano) Lei resterà sempre della Sua idea che, seppur diversa e/o avversa a quella mia, rispetto democraticamente. Non posso, comunque, esimermi dal non farLe notare alcune cose e precisamente:
    Lei dovrebbe sapere che si mantiene lo status di disoccupato fino a che (ancorchè occupato part-time) non si supera un reddito annuo lordo di 8000 Euro e di persone, giovani e meno giovani, che si trovano in questa situazione ce ne sono un’infinità;
    ci sono poi i fannulloni e buoni a nulla che aspettano il lavoro stando a casa, per lavorare (si fa per dire) poco e quel poco stesso farlo fare agli altri; ci sono gli studenti che, ancorchè non potessero farlo, hanno rilasciato la dichiarazione di disponibilità al Collocamento per far maturare anzianità di disoccupazione e, probabilmente, sono numerosi; ci sono, infine, i disoccupati reali che, verosimilmente, superano la soglia della media nazionale. Le posso assicurare, però, che c’è tantissima gente che non ha voglia di lavorare, che non sa fare nulla o quasi, e che quando si presenta per un colloquio di lavoro chiede: quanto mi date? Risposta: E tu che cosa sai fare? Nonostante tutto, comunque, la fame non esiste e stia tranquillo che, anche quì, chi ha voglia di lavorare e la giusta professionalità, senza alcun dubbio, il lavoro lo trova. Finisco dicendoLe che se sono stato aggressivo La prego di accettare le mie scuse, ma non potevo accettare l’idea che, secondo quanto insinuato, i voti dati al PDL, in Sicilia, non fossero voti di consenso. Al di la di ciò un po’ di clientela esiste dappertutto, perchè tutto il mondo è paese, ma da qui ad affermare che chi ha votato PDL è ignorante o mafioso o, nella migliore delle ipotesi, colluso ed asservito; ce ne vuole. Un’ultima considerazione: perchè quando il centrodestra perde le elezioni, il popolo è intelligente (secondo i sinistroidi) e quando, invece, lo stesso centrodestra vince le elezioni, il popolo è ignorante ed anzi hanno influito le televisioni di Berlusconi? Cercate di essere più seri, più umili, meno arroganti e presuntuosi ed evitate di offendere l’intelligenza chi non la pensa come Voi. Cordialmente.

  9. @ squalobianco:

    la ringrazio per la sua cortese rettifica, specie dei toni. E’ evidente che abbiamo una differenza di opinione, e che questa difficilmente si potrà ricomporre. Sono però colpito dal quadro che lei mi rappresenta, popolato di approfittatori, cansafatiche e opportunisti. Mi spiace se la sua esperienza la porta a queste conclusioni. Caopisco che il nostro lavoro ci metta spesso in contatooc con persone non corrette, ma penso che la nostra base di partenza debba necessariamenye essere se non positiva, almeno neutra.
    Arrivando poi al punto centrale del post, le ribadisco che a mia affermazione (sicuramente un pò forzata) voleva provare a dare una lettura anche rispetto ad un fenomeno che (sicuramente non solo in sicilia) ha marcato spesso la realtà della sua terra. Non penso che ci vota a dx sia “scemo” e chi vota a sx sia “intelligente”, penso che in un paese dove sono calcolati almeno 5000 persone dichiaratamente appartenenti ad organizzazioni criminali, questi possono provare ad inquinare l’andamento elettorale. Le vicende poi di diversi esponenti siciliani (non ultimo cuffaro, che comunque è stato condannato per aver favorito alcuni mafiosi) non fanno altro che far crescere non il sospetto, ma la certezza. Il problema per me non è dx o sx, ma voto alla mafia o non voto alla mafia.
    saluti

I commenti sono chiusi.