guerre a la carte

  A sentir gli intellettuali parlare della guerra libica c’è da restare straniati. E’ tutto un susseguirsi di aggettivi e di sottili distinzioni. Guerra giusta, sbagliata, inopportuna, forzata. E per giustificare l’attuale giudizio, questi fini pensatori del danno collaterale, della strage umanitaria, dell’interesse nazionale compongono delle classifiche tra i conflitti del passato, dove l’uso del linguaggio dimostra la profondita del … Continua a leggere

Lettera agli abitanti di Lampedusa

  Egregio sindaco, Le scrivo perchè sono sconvolto da quanto sta capitando nella sua isola, e per manifestarle la mia  personale vicinanza. Le immagini che arrivano dai media sono incredibili, e il comportamento dei sui concittadini meriterebbe di essere premiato, visto come stanno rispondendo al dramma in corso. Io sono consigliere comunale in un piccolo paese (meno abitanti del suo) … Continua a leggere

Mi vergogno

  Mi vergogno di quanto succede a Lampedusa. Una rivolta per il pane nell’Italia del ventunesimo secolo è un’onta che non riesco a digerire. Vedere gente che deve dormire in cessi di stanze, su rocce all’aria aperta mi va girare le palle come degli elicotteri. Ma in che cazzo di paese vivo? Non mi si dica che non si può … Continua a leggere

Dai silvio, falla Ministro!

Egregio Presidente del Consiglio, le scrivo questa lettera dopo aver a lungo meditato sulle nuove nomine che lei si stà accingendo a fare. So che è un momento difficile, preso com’è tra processi, promesse da rispettare, guerre e atomi impazziti. So benissimo che è più facile tradire la parola data ad un dittatore che ad uno Scilipoti, e che per … Continua a leggere

Gli intelligenti.

    E’ da ieri che mi sento ripetere la stessa domanda: ma tu sei per l’intervento in libia o no? Mi si chiede, se ho ben capito, se sono a favore di uno spietato dittatore che bombarda i suoi connazionali, o se sono a favore di chi fino a tre giorni fa era amico di questo dittatore, ci faceva … Continua a leggere

Oggi berlusconi è uscito dal retro. Come sempre.

  Vita dura per i troppo stronzi. Oggi Berlusconi è stato contestato tre volte, su tre uscite. Oggi, come ogni altro stronzo al mondo, è dovuto uscire dal retro. Roma non porta bene al bungataro, e anche le piazze dimostrano quanto dai sondaggi sta emergendo. Le ultime porcherie di un governo inutile e dannoso non fanno altro che confermare la … Continua a leggere

Ferrara e l’elogio al Giappone. o quasi

      Ieri sera l’elefantino ha cominciato su RAI 1 la sua strombazzata operazione “salviamo il soldato SIlvio”. L’ha cominciata con un bel flop, perdendo d’un botto circa un milione di spettatori (paganti) che nonostante avessero già (come prima detto) pagato, hanno subitaneamente cambiato canale, hanno caricato la lavastovigle, portato fuori il cane, fatto una pausa defecatoria. Di tutto, … Continua a leggere

Sta arrivando l’impero. siete pronti?

      Dopo aver sentito la proposta “epocale” il quadro è chiaro: Berlusconi vuole trasformare la magistratura da potere dello stato ad amministrazione statale, sottoposta al primato del governo. Ora è noto che uno stato democratico si basa su tre pilastri distinti ed autonomi: il potere legislativo, quello Esecutivo e quello giudiziario. I tre poteri devono essere autonomi e … Continua a leggere