Idil, la vita, la morte e l’ipocrisia

Sei nata ieri, Idil. Nata da una tragedia, nata da una speranza.   Sei nata ieri ed eri già orfana. Un destino terribile, orrendo e grandioso ti ha già segnato con un macigno che dovrai portare. E i volti e le voci attorno a te son tutte di stupore, di gioia, di tenera dolcezza. Peccato che, mentre tu rivelavi la … Continua a leggere

E tu pensa che quando ero giovane, per scoprire mondi inimmaginabili, ho speso un sacco di soldi in droghe. Ora mi basta leggere il giornale.

Protesto vivamente. Questa crisi mi stà ammazzando, sto perdendo il lavoro.  In giro non si trova più niente, un deserto.  Come dite? che lavoro faccio? Aggià, non ve l’ho ancora detto: raccolgo verità, me la pagano bene. Però è da  qualche anno che è tutto uno schifo. Niente non si trova niente. Io giro tutto l giorno, dappertutto, ma niente, … Continua a leggere

Le parole sono pietre. Anche per Fassino

Dopo i fischi a Schifani, il Fassino furioso ha tuonato: Squadristi! Antidemocratici! fate un favore a Berlusconi. Ecco i favori a Berlusconi, appunto. Vogliamo parlarne On. Fassino? Iniziamo dall’inizio, però: Chi ha fatto il favore a Berlusconi di non fare la legge sul conflitto d’interessi? E chi ha continuato a fare il favore a Berlusconi evitando accuratamente di discutere delle … Continua a leggere